Brasile ( Brasil ) Politica

Quei salotti buoni sporchi di sangue

“Molti dei firmatari degli appelli pro Battisti sono gli stessi che oggi danno la caccia alle scritte fasciste sui monumenti ma che sugli anni di piombo vogliono «chiuderla lì» nonostante i quattrocento morti ammazzati.

Battisti è innanzitutto la bandiera degli irriducibili di una stagione mostruosa, quella del terrorismo politico che insanguinò l’Italia negli anni Settanta e Ottanta. Non solo dei compagni d’armi che – chi più chi meno – il loro conto con la giustizia l’hanno in qualche modo pagato.

Battisti – che più che un terrorista fu un delinquente – è soprattutto la bandiera degli intellettuali, giornalisti e politici nostalgici di quel folle sogno rivoluzionario nonostante si siano poi tutti ben piazzati nelle democrazie, nei consigli di amministrazione e nei salotti che all’epoca si proponevano di abbattere a suon di parole e proiettili.

MOLTI DEI FIRMATARI DEGLI APPELLI PRO BATTISTI (C’È ANCHE SAVIANO, POI PENTITO, E L’IMMANCABILE VAURO) SONO GLI STESSI CHE OGGI DANNO LA CACCIA ALLE SCRITTE FASCISTE SUI MONUMENTI MA CHE SUGLI ANNI DI PIOMBO vogliono «chiuderla lì» nonostante i quattrocento morti ammazzati (quattro dei quali, come detto, dall’amico Battisti).

Prima si sono nascosti sotto l’ala protettiva in tutti i sensi – fisico, culturale e politico – della «dottrina Mitterrand», cioè l’asilo che la Francia socialista ha riconosciuto ai criminali politici fino all’inizio degli anni Duemila. Poi, persa la protezione, sono passati alla mutua assistenza e alla pretesa dell’oblio: dimenticateci, o meglio dimenticate il sangue innocente che noi e le nostre teorie hanno sparso a piene mani.

Riportare – ma meglio sarebbe dire finalmente portare – Battisti in carcere significa ricordare e certificare che stiamo parlando di associazioni a delinquere, di spietati assassini e non di eroi o martiri del proletariato, tantomeno di intellettuali perseguitati. Per questo l’Italia non può perdere l’occasione di fare estradare Battisti.

Si parla di lui, ma quella condanna va eseguita per inchiodare alle sue responsabilità tutto il mondo, oggi dorato, che in questi anni lo ha protetto, aiutato e purtroppo addirittura esaltato.”

Alessandro Sallusti

Ma come Direttore Sallusti, cosa dice? Il problema più temibile oggi in Italia è il fascismo!

Compagno Fiano e compagna presidenta ci proteggono con le leggi che impediscono a quegli sporchi fascisti di manifestarsi come tali…

Compagno Battisti invece è solo un inguaribile sognatore intellettuale e rivoluzionario che sta dalla parte giusta !!!!

Sono sicura che quando la presidenta sentirà la parola”Battisti” confondendolo col grande, immenso Lucio, partirà  in tromba con l’apologia di fascismo (giacché il povero Lucio, fu accusato di fascismo solo perché cantava “ o mare nero … “

Comunque a quanto pare questo criminale, Cesare ovviamente, ha avuto molti protettori, ricordo bene la famosa Carla’ che disse che si vergognava di essere italiana, Lula, ministri comunisti italiani … e, mentre Corona per quattro foto, dopo essere stato preso in Portogallo, si sta facendo anni e anni di prigione, a questo delinquente che ha ucciso delle persone inermi, non sono andati nemmeno a prenderlo … in Francia?  E Perché mai? Chi ha fatto fuggire un ergastolano dalla prigione???

Purtroppo caro Direttore i salotti buoni sono formati da tutti quegli elementi che durante gli allegri governi DC + partitini vari, si guardavano bene dal  fare opposizione, pensavano invece a come invadere tutti i posti di comando, intendo magistratura, scuola, ministeri, e tanti altri posti chiave, e che continuano ad occupare tuttora (vedi RAI), impedendo a qualsiasi governo non di sinistra, di portare avanti un programma di sviluppo democratico così come è avvenuto e avviene per gli altri Paesi.

Per la gente normale Battisti è un assassino. Per quelli di sinistra è “un compagno che ha sbagliato”.

L’elettorato di sinistra è purtroppo molto lontano da ONESTÀ, GIUSTIZIA, LEGALITÀ e RISPETTO, valori che vivono oltre che nello schieramento opposto, IN TUTTI I PAESI CIVILI OCCIDENTALI.

 

Nicole Dark

Fonte: Il giornale.it

Nicole Dark

Autrice di " L'ospite silenzioso" in tutti i negozi ebook " Il giardino di Milde" su Amazon e 5 thriller inediti.

Aggiungi commento

Clicca qui per inserire un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gemini World Menu